Quando le sigarette elettroniche sono apparse per la prima volta a metà degli anni 2000, sono state presentate come un’alternativa sicura al fumo. Tuttavia, sta diventando sempre più chiaro che il vaping non è privo di rischi. Numerosi studi recenti indicano che le sigarette elettroniche potrebbero danneggiare non solo la nostra salute generale, ma anche la nostra fertilità. Il vapore acqueo consente di inalare la nicotina sotto forma di vapore anziché di fumo. Invece di bruciare il tabacco, come fanno le sigarette tradizionali, un dispositivo di vaping riscalda un liquido a base d’acqua contenente vari elementi come nicotina, aromi e sostanze chimiche.

Composizione delle sigarette elettroniche e rischi per la salute

Le sigarette elettroniche non producono catrame o monossido di carbonio – alcuni dei prodotti più dannosi del fumo di tabacco – il che sembrava essere un vantaggio notevole quando sono state introdotte! Il vaping è diventato rapidamente un’alternativa popolare al fumo e molti fumatori lo hanno adottato nel tentativo di smettere. Anche se per molti versi il vaping può essere migliore per la salute rispetto al fumo, contiene comunque una serie di sostanze chimiche nocive che possono causare danni fisici simili a quelli del fumo. Queste includono:

Ricerca sul vaping e sulla fertilità maschile

Abbiamo ancora molto da imparare sulla fertilità maschile e sui fattori che la influenzano. Tuttavia, studi recenti suggeriscono che il vaping non è benefico per la salute dello sperma! Un recente studio sugli animali condotto dai ricercatori turchi della Sivas Cumhuriyet University ha dimostrato che il vaping potrebbe essere collegato a un calo del numero di spermatozoi e della libido, oltre che a una riduzione delle dimensioni dei testicoli.

Un altro studio condotto nel 2016 sui ratti ha mostrato un impatto negativo del liquido da vaping senza nicotina sui livelli di testosterone. Nel 2017, uno studio condotto dall’University College di Londra ha dimostrato che i prodotti contenenti nicotina erano più efficaci nel ridurre il numero di spermatozoi rispetto ai prodotti senza nicotina. Nel 2020, uno studio danese ha rilevato che gli uomini che svapavano regolarmente avevano un numero di spermatozoi inferiore rispetto alle loro controparti non fumatrici.

Proteggere la fertilità: verso la cessazione totale del fumo

Quando si tratta di preservare la propria fertilità, è necessario fare tutto il possibile per limitare la penetrazione di sostanze chimiche tossiche nel corpo. Se siete fumatori, può sembrare che il vaping sia un buon passo intermedio per smettere di fumare; tuttavia, l’unico modo per assicurarvi di non danneggiare i vostri “nuotatori” è quello di smettere del tutto di fumare in qualsiasi forma.

Il passaggio a soluzioni alternative come i sostituti della nicotina (cerotti, gomme, pastiglie) o metodi non medicinali (ipnosi, agopuntura) potrebbe essere utile in questo processo. È importante farsi aiutare da professionisti della salute per aumentare le possibilità di successo e mantenere una vita sessuale sana e soddisfacente!

Lascia un commento