Yohimbina: tutto quello che c’è da sapere sulle sue proprietà, i benefici e i rischi per la libido

Table des matières

La yohimbina è una sostanza derivata dalla medicina tradizionale africana che è entrata a far parte della medicina convenzionale. Sebbene le sue proprietà non siano state completamente dimostrate scientificamente, esistono una serie di benefici riconosciuti e di rischi associati che non dovrebbero essere trascurati.

Che cos’è la yohimbina?

La yohimbina appartiene al gruppo degli alcaloidi indolici, principi attivi della pianta di yohimbe o yohimbehe. Utilizzata da tempo dalle popolazioni del Camerun, del Congo, della Nigeria, del Gabon e di altri paesi africani per il trattamento di vari disturbi, la yohimbina viene utilizzata anche come integratore alimentare. Viene utilizzata anche nei prodotti da banco per migliorare le prestazioni sessuali.

Un po’ di storia

  • Prima dell’avvento del Viagra e del Cialis, la yohimbina veniva venduta in forma standardizzata: capsule o compresse contenenti cloridrato di yohimbina.
  • All’epoca era uno degli unici farmaci disponibili per gli uomini che soffrivano di disfunzione erettile.

Gli effetti della yohimbina

Numerosi studi hanno dimostrato che la yohimbina aiuta a ridurre il grasso corporeo negli atleti. Inoltre, stimola la produzione di catecolamine nell’organismo.

Effetti cardiovascolari della yohimbina

Per quanto riguarda la salute del cuore, la yohimbina aiuta a trattare l’ipertensione arteriosa e l’ipotensione ortostatica. Le sue proprietà vasodilatatorie e l’effetto inibitorio sui recettori adrenergici alfa2 ne sono i principali responsabili.

Yohimbina e memoria

Secondo uno studio condotto su 36 adulti, la yohimbina migliora la memoria a lungo termine.

Gli effetti della yohimbina sulla libido maschile e femminile

La libido si riferisce al desiderio o all’appetito sessuale. Sebbene sia spesso associata alla funzione erettile, non si limita ad essa.

  • Negli uomini, gli studi hanno dimostrato che il rapporto beneficio/rischio della yohimbina cloridrato è soddisfacente per il trattamento della disfunzione erettile.
  • Nelle donne, la combinazione yohimbina/arginina stimola gli impulsi nervosi vaginali e migliora l’eccitazione sessuale nei soggetti in post-menopausa.

Precauzioni e controindicazioni

Per evitare che l’assunzione di yohimbina danneggi la salute, è importante non assumerne una quantità eccessiva. Ecco alcune controindicazioni:

  • Gravidanza o allattamento
  • Disturbi d’ansia o ansia
  • Problemi renali o epatici
  • Prostatite o ipertrofia prostatica benigna
  • Malattie cardiache (chiedere consiglio al medico o al farmacista)

Effetti collaterali e interazioni

A dosi normali, la yohimbina può causare, tra l’altro

  • Agitazione, tremori, insonnia
  • Ansia, irritabilità
  • Pressione alta, palpitazioni, vertigini
  • Mal di testa, problemi gastrointestinali

A dosi troppo elevate, si corre il rischio di incorrere in problemi respiratori, calo della pressione sanguigna, persino paralisi e morte.

Evitare di associare la yohimbina alla caffeina o all’efedrina, nonché ai seguenti farmaci:

  • Antidepressivi triciclici
  • Stimolanti del sistema nervoso centrale
  • Inibitori delle monoamino-ossidasi
  • farmaci che abbassano la pressione sanguigna (beta-bloccanti e clonidina)
Partagez la publication :

A Lire Aussi :