Terapia sostitutiva del testosterone: impatto sulla fertilità e soluzioni per preservare la salute riproduttiva

Table des matières

La terapia sostitutiva del testosterone (TRT) può cambiare la vita di milioni di uomini che soffrono di bassi livelli di testosterone. Ma questo trattamento comporta dei rischi per la vostra futura fertilità? A differenza degli steroidi anabolizzanti, la TRT è approvata dai medici per l’uso quando gli uomini soffrono di testosterone basso, e il dosaggio molto più basso significa meno effetti collaterali perché il farmaco è regolamentato. In alcuni casi è possibile ottenere la TRT tramite il Servizio Sanitario Nazionale, ma per evitare lunghe liste d’attesa è anche possibile sottoporsi a test e prescrizioni presso specialisti privati autorizzati, come Alphagenix.

Segnali che indicano un basso livello di testosterone

Ecco alcuni sintomi che possono indicare un testosterone basso:

  • Riduzione della libido: questo è uno dei sintomi più comuni del testosterone basso, poiché questo ormone è responsabile della libido.
  • Insonnia: la mancanza di energia non sarà aiutata da un altro sintomo comune di testosterone basso: l’insonnia.
  • Obesità: la forma fisica è un’area che può essere fortemente influenzata dai bassi livelli di testosterone, che può portare alcuni uomini a lottare con livelli malsani di grasso corporeo.
  • Depressione: i bassi livelli di testosterone sono spesso erroneamente diagnosticati come depressione negli uomini, in quanto i sintomi di bassa energia e basso umore sono molto simili.
  • Mancanza di motivazione: la combinazione di sintomi depressivi e mancanza di energia può portare a una mancanza di motivazione, che può avere un impatto significativo sulla qualità della vita.
  • Riduzione della fiducia in se stessi: tutto ciò può minare l’autostima e il benessere mentale, soprattutto perché molti uomini con testosterone basso si sentono in imbarazzo e soffrono in silenzio.

Conseguenze a lungo termine se i livelli di testosterone sono trascurati

Se i sintomi acuti del testosterone basso sono già abbastanza devastanti, se non vengono trattati possono avere un impatto ancora maggiore a lungo termine. Livelli di testosterone non trattati possono portare a una serie di problemi di salute, tra cui un aumento del rischio di osteoporosi, attacchi cardiaci e persino cancro al seno. Esistono anche condizioni come la sindrome di Klinefelter, in cui gli individui nascono con un cromosoma X in più, che possono influire sui livelli di testosterone.

Rischi associati alla terapia sostitutiva con testosterone

Per gli uomini con bassi livelli di testosterone, la TRT può essere una soluzione efficace e vantaggiosa per la salute. Quando aggiungiamo testosterone sintetico al nostro corpo, questo può rallentare la sua produzione naturale di testosterone per bilanciare la situazione. Gli uomini che hanno già bassi livelli di testosterone hanno spesso problemi con la produzione di sperma. Consultare sempre un medico prima di iniziare la TRT.

Come si può mantenere sano lo sperma durante la TRT?

1. Monitorare la salute dello sperma: prima di sottoporsi alla TRT, è consigliabile sottoporsi a un esame dello sperma. Anche se non avete intenzione di avere figli nel prossimo futuro, è essenziale conoscere il numero e la motilità degli spermatozoi prima di iniziare la TRT. In seguito, durante la TRT, è possibile monitorare la salute degli spermatozoi ogni pochi mesi e, se si notano cambiamenti nella loro salute, discuterne con il proprio medico curante per adeguare le dosi, congelare gli spermatozoi o prendere in considerazione altre opzioni di trattamento. 2. Considerare il congelamento degli spermatozoi. Considerare il congelamento dello sperma: se siete preoccupati per la vostra fertilità futura, un’opzione può essere quella di congelare lo sperma prima di iniziare la TRT come rete di sicurezza nel caso in cui si verifichi una diminuzione del numero di spermatozoi mobili nel corso del tempo. A differenza dei pazienti oncologici, il congelamento dello sperma per gli uomini che seguono la TRT non è facilmente disponibile tramite il Servizio Sanitario Nazionale, ma esistono diverse opzioni private per la crioconservazione se si desidera seguire questa strada. In sintesi, anche se possono esserci rischi per la fertilità durante la terapia sostitutiva con testosterone, un monitoraggio appropriato e la discussione con gli operatori sanitari possono aiutare a mitigare questi rischi e ad adottare misure appropriate per preservare la fertilità, se necessario.

Partagez la publication :

A Lire Aussi :